Sesso e Salute

Rapporto intimo in gravidanza: cosa accade al feto?

Posted On Dicembre 23, 2019 at 11:36 pm by / No Comments

Vuoi continuare ad avere il tuo regolare rapporto intimo in gravidanza ma hai paura che ciò possa far male al bambino? Prima di tutto, tra partner quello che non deve mancare è il dialogo. Cercate di capire se entrambi siete disposti a continuare a fare sesso.

Al di là di rapporti completi o non, in nessun caso (salvo qualche rarissima eccezione che ti spiegheremo successivamente) il bambino si farà del male. Se è l’uomo a farsi complessi, lo rassicuriamo dicendogli che la donna durante il sesso pensa troppo.


Avere rapporti in gravidanza è sicuro?

Il rapporto intimo in gravidanza può aiutare non solo a mantenere attivo il desiderio sessuale di una coppia, bensì anche il bambino situato all’interno del pancione, che riceverà una scossa di endorfine, che come saprai aumentano nel momento in cui si fa l’amore.

Prima di avere un rapporto completo durante la gestazione, con il partner dovrai assicurarti di aver effettuato una visita ginecologica per avere la conferma del medico, che tutto stia procedendo regolarmente e che il sesso non influirà negativamente sul bambino.


Quando il rapporto sessuale in gravidanza può diventare pericoloso

Come ti abbiamo accennato esistono dei casi (piuttosto rari), in cui fare sesso in gravidanza può diventare pericoloso per il feto. Ecco qualche esempio specifico:

  • Sanguinamento improvviso in gravidanza: ciò potrebbe essere causato da una placenta umana decisamente sottile;
  • Rottura delle acque: da evitare assolutamente poiché la vagina è a rischio infezioni;
  • Nascita prematura: si nota qualora il collo dell’utero fosse troppo dilatato;
  • Ipercontrattilità uterina;
  • Cerchiaggio cervicale;
  • Placenta previa.

A complicare la vita sessuale durante la gestazione potrebbe essere aver fatto in passato un aborto, rischiato di perdere il feto o se si fossero mai verificate delle infezioni vaginali.


Rapporti sessuali in gravidanza: meglio nelle prime o ultime settimane?

Il rapporto intimo in gravidanza può subire diverse modifiche e cambiamenti. Per esempio il più difficile (sessualmente parlando) è il primo trimestre. In questa fase la donna gravida potrà avere un calo in termini di desiderio sessuale.

Assolutamente normale, ciò è associato ai sintomi quali stanchezza, nausea e frequenti sbalzi d’umore. Se è il caso suggeriamo di chiedere un consiglio ad uno specialista (ginecologo), affinché possa consigliare cosa è meglio fare o evitare a letto.

Non ti preoccupare, se la coppia è forte e c’è intesa, il tuo partner non ricorrerà ad una bambola gonfiabile in silicone solo per soddisfare le sue voglie sessuali. Piuttosto comunicate e affrontate insieme la problematica.

Il miglior periodo per fare sesso durante la gestazione è il secondo trimestre. La donna comincia a mettere in sesto i suoi ormoni e i rapporti sessuali saranno ancora più piacevoli. Se in questa fase dovessero sentirsi delle “false-contrazioni” è assolutamente normale e non ci sono controindicazioni (a meno che non siano troppo forti).


Rapporti sessuali nelle ultime settimane di gravidanza: fanno bene?

L’ultimo trimestre in gravidanza così come il primo, rappresenterebbero i peggiori periodi per fare sesso, tranne nelle ultime settimane in cui la penetrazione potrebbe stimolare e favorire il travaglio.

Ciò gioverà una influenza positiva ad entrambi i partner, grazie al quale migliorerà anche il rapporto mescolando una serie di fattori: ansia, felicità ed emozioni per la nascita del futuro bambino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *